Investimenti online: i rischi della rete

Rischi trading online

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono sempre più gli italiani che si affidano al web per investire i proprio soldi: siamo nel mondo del multimediale e si tende a trasportare in questo universo magico quello che un tempo richiedeva un approccio fisico.

È stato così per tanti settori ed è così anche per gli investimenti: basti pensare al trading online e alla sua notevole diffusione in rete. Letteralmente si tratta di investire in rete su strumenti che un tempo erano accessibili solo agli addetti ai lavori.
Ecco quindi che si capisce perchè il trading online e alcuni strumenti derivati, come il forex, le opzioni binarie ecc…, siano considerati ad alto rischio. La straordinarietà degli strumenti multimediali ha fatto si che oggi, per investire, basta avere un pc connesso ad internet e registrarsi ad una delle tante piattaforme di trading online presenti sul web. I cosiddetti broker.
Come scegliere una piattaforma di trading online? I fattori da valutare sono molteplici e vanno dalla regolarità dell’ operatore (attenzione al fatto che abbia regolare autorizzazione ad operare) agli strumenti che mette a disposizione (servizio clienti, assistenza, conti demo ecc…).
Una volta scelta la nostra piattaforma preferita, possiamo iniziare a operare; che tradotto nel gergo vuol dire piazzare investimenti. Ma attenzione: fare soldi con il trading online è tutt’altro che semplice. I rischi sono presenti, come in ogni forma di investimento, e nessuno può garantirci di arrivare a guadagnare. Questo è importante specificarlo dato che la rete prolifera di messaggi distorti che fanno passare il trading online come uno strumento in grado di generare facili guadagni.
Niente di più sbagliato. I rischi sono tanti e concreti: è indispensabile avere cognizione di quanto si sta facendo. Valutare al meglio ogni movimento. Studiare, vagliare, informarsi e sperimentare tecniche che possano essere vincenti.


E soprattutto, è indispensabile un fattore: l’autocontrollo. Che tradotto nel linguaggio degli investimenti diventa money management. Quindi controllare con parsimonia i soldi da investire e non farsi prendere la mano. Il mercato non regala soldi a nessuno: e, soprattutto, una volta buttati, i soldi non tornano più indietro.

Add Comment